• +39 392 87 60 440
  • info@progettodimpresa.it
  • Lun - Ven 10:00 18:30

Ridurre il carico fiscale con il credito d’imposta per il mezzogiorno

TAX and Scissors (clipping path included)
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su pinterest

Richiedere un credito d’imposta rappresenta uno dei tanti strumenti che un’azienda possiede per riuscire a diminuire il proprio carico fiscale.

Tuttavia è necessario avere ben chiaro quali siano i beni strumentali che possono beneficiare del credito ma soprattutto individuare in modo preciso e chiaro quali siano le condizioni che debbano sussistere per poterlo richiedere.

Questi sono i dubbi che assalgono gran parte degli imprenditori e che oggi cercheremo di risolvere.

Oggi avrai la possibilità di riuscire a capire se gli investimenti che hai sostenuto negli ultimi anni possiedono i requisiti per rientrare tra quelli agevolabili osservando poche e semplici regole che troverai all’interno di questo articolo.

Iniziamo!

Prima di ogni cosa è necessario individuare due aspetti fondamentali per capire se un bene strumentale è agevolabile o meno:

  • la natura dei beni
  • la destinazione dei beni (nuovo stabilimento, aumento capacità produttiva, nuovi prodotti aggiuntivi, cambiamento processo produttivo)

In merito al primo punto bisogna individuare se il bene possa essere censito come:

  • macchinari
  • impianti
  • attrezzature varie.

Il secondo aspetto riguarda invece la condizione che deve sussistere affinchè l’investimento che si è realizzato possa rientrare tra quelli agevolabili.

Facciamo un esempio:

Mario ha avviato una nuova attività di ristorazione pertanto tutte le attrezzature, i macchinari e gli impianti nuovi che sono stati acquistati possono rientrare tra quelli agevolabili.

ATTENZIONE!!!!

Tavoli, sedie e arredamento vari non sono beni per i quali è possibile richiedere il credito d’imposta inquanto la loro natura non può essere individuata come macchinari, impianti o attrezzautre.

Il DUBBIO DELLA SETTIMANA

Molti nostri clienti ci hanno chiesto se l’impianto fotovoltaico possa essere un bene agevolabile o meno. La risposta è sì, solo se la realizzazione dell’impianto è inserita all’interno di un progetto d’investimento complessivo. Facciamo un esempio per essere più chiari:

  • Caso in cui è possibile richiedere il credito d’imposta per il mezzogiorno

L’azienda A ha installato un nuovo macchinario che aumenterà la propria capacità produttiva ma anche i consumi energetici. Per cercare di contenere i costi energetici ha deciso di installare un impianto fotovoltaico.

  • Caso in cui non è possibile richiedere il credito d’imposta per il mezzogiorno

L’azienda A ha installato un impianto fotovoltaico per contenere i consumi energetici.

In quest’ultimo caso non è possibile ottenere il credito d’imposta in quanto manca totalmente la destinazione del bene.

Ing. V. Alessio Iovino

Iscriviti alla News Letter

No SPAM, soltanto informazioni utili per la tua impresa riguardo la finanza agevolata!

Condividi questo post Con gli amici

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *