• +39 392 87 60 440
  • info@progettodimpresa.it
  • Lun - Ven 10:00 18:30

Incentivo Marchi+3: Fino al 90% a fondo perduto

Incentivi-per-tutela-marchi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su pinterest

Il Ministero dello Sviluppo Economico e l’Unioncamere intendono supportare le imprese di micro, piccola e media dimensione nella tutela dei marchi all’estero attraverso alcune misure agevolative che mirano a sostenere la capacità innovativa e competitiva delle imprese.

Questa misura ha un obiettivo ben preciso, ovvero tutelare made in Italy all’interno del mercato mondiale. La misura prevede un plafond pari a € 3.825.000,00 necessario a coprire due linee di intervento:

Misura A – Agevolazioni per favorire la registrazione di marchi dell’Unione Europea presso EUIPO. L’impresa può richiedere un’agevolazione per le spese sostenute per:

a. Progettazione del marchio;

b. Assistenza per il deposito;

c. Ricerche di anteriorità;

d. Assistenza legale;

e. Tasse di deposito presso EUIPO.

Ai fini dell’ammissibilità tutte le spese (comprese le tasse di deposito) devono essere state sostenute a decorrere dal 1o giugno 2016 e comunque in data antecedente la presentazione della domanda di agevolazione. Le spese devono fare riferimento a fatture emesse e a pagamenti effettuati a partire dal 1° giugno 2016 e comunque in data antecedente la presentazione della domanda di agevolazione.

Misura B – Agevolazioni per favorire la registrazione di marchi internazionali presso OMPI. L’impresa può richiedere un’agevolazione per le spese sostenute per:

a. Progettazione del marchio nazionale/EUIPO;

b. Assistenza per il deposito;

c. Ricerche di anteriorità;

d. Assistenza legale;

e. Tasse sostenute presso UIBM o EUIPO e presso OMPI per la registrazione internazionale.

Ai fini dell’ammissibilità tutte le spese (comprese le tasse sostenute presso UIBM o EUIPO e presso OMPI per la registrazione internazionale) devono essere state sostenute a decorrere dal 1o giugno 2016 e comunque in data antecedente la presentazione della domanda di agevolazione. Le spese devono fare riferimento a fatture emesse e a pagamenti effettuati a partire dal 1° giugno 2016 e comunque in data antecedente la presentazione della domanda di agevolazione.

L’agevolazione è concessa fino all’80% (90% per USA o CINA) delle spese ammissibili sostenute e nel rispetto degli importi massimi previsti per ciascuna tipologia di servizio

Misura A – L’importo massimo complessivo dell’agevolazione è pari a € 6.000,00 per domanda relativa ad un marchio depositato presso l’EUIPO.

Misura B – Per le domande di registrazione internazionale depositate dal 1o giugno 2016 l’importo massimo dell’agevolazione è pari a: – € 6.000,00 per ciascuna richiesta di agevolazione relativa ad un marchio depositato presso OMPI che designi un solo Paese; – € 7.000,00 per ciascuna richiesta di agevolazione relativa ad un marchio depositato presso OMPI che designi due o più Paesi. Nel caso in cui la designazione interessi i Paesi USA e/o Cina l’agevolazione sarà pari al 90% delle spese ammissibili sostenute sempre nei limiti previsti per l’acquisto dei servizi riportati nel prospetto sopra indicato. In tal caso, l’importo massimo dell’agevolazione è pari a: – € 7.000,00 per ciascuna richiesta di agevolazione relativa ad un marchio depositato presso OMPI che designi USA o Cina; – € 8.000,00 per ciascuna richiesta di agevolazione relativa ad un marchio depositato presso OMPI che designi USA e/o Cina e uno o più Paesi.

Sempre in relazione alle domande depositate dal 1o giugno 2016 per uno stesso marchio è possibile effettuare delle designazioni successive di ulteriori Paesi; in tal caso le agevolazioni saranno cumulabili fino all’importo massimo di € 7.000,00. Nel caso in cui la designazione successiva interessi i Paesi USA e/o Cina, senza che nessuno dei due Paesi sia stato designato in precedenti richieste di agevolazione, le agevolazioni saranno cumulabili fino all’importo massimo di € 8.000,00. Per domande di registrazione internazionale depositate prima del 1o giugno 2016 è possibile richiedere agevolazioni solo per le designazioni successive effettuate dopo il 1o giugno 2016; in tal caso l’importo massimo delle agevolazioni è pari a: – € 2.000,00 per domanda di designazione successiva di un solo Paese depositata presso l’OMPI; – € 3.000,00 per domande di designazione successiva di due o più Paesi depositate presso l’OMPI. Resta inteso che nel caso di designazioni di due o più Paesi effettuate in momenti diversi l’importo massimo cumulabile delle agevolazioni sarà di € 3.000,00.

Ciascuna impresa può presentare più richieste di agevolazione, sia per la Misura A sia per la Misura B, fino al raggiungimento del valore complessivo di € 20.000,00.

Le domande di agevolazione possono essere presentate a partire dalle ore 09:00 del 11 dicembre 2018  e sino all’esaurimento delle risorse disponibili.

Iscriviti alla News Letter

No SPAM, soltanto informazioni utili per la tua impresa riguardo la finanza agevolata!

Condividi questo post Con gli amici

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *